Ogni stagione ha bisogno della sua dieta; in estate le alte temperature riducono le difese immunitarie e causano disidratazione per sudorazione.

Ecco perché risulta indispensabile seguire una dieta ricca di frutta e verdura fresca in grado di rifornirci delle sostanze nutritive necessarie a difendere il nostro organismo.

Ovviamente le quantità di acqua da assumere aumentano rispetto alla stagione più fredde. I bambini, gli anziani, le donne in gravidanza, in allattamento e gli sportivi devono proteggersi maggiormente dall’ eccessiva disidratazione, assumendo grandi quantità di acqua con maggiore frequenza. Per quanto riguarda frutta e verdura è consigliato mangiare quelli che sono più ricchi di acqua e di molecole in grado di proteggere la pelle dall’esposizione al sole.

La frutta e la verdura contengono vitamine e minerali indispensabili per il corretto funzionamento dei meccanismi fisiologici che regolano la vita e tutta una serie di molecole antiossidanti e anti-radicaliche che proteggono il corpo dai danni causati dalle radiazioni solari sul DNA.

In particolare, frutta e verdura di colore arancione e rosso (pomodori, meloni, anguria, peperoni, albicocche, pesche..) sono protettivo perché contiene antiossidanti come i carotenoidi; frutta e verdura di colore verde (insalate, rucola, peperoni… ) e il bianco (sedano finocchio, cetriolo) sono, invece, alimenti che aiutano il recupero dopo la stanchezza legata all’attività fisica o all’esposizione solare oltre al fatto che contenendo molta acqua reidratano il corpo.
Il pomodoro, è un concentrato di sostanze benefiche: vitamine C e A, vitamine del gruppo B come la B1, B2, B6, vit.E, H, K e PP. E’ un ottimo antiossidante e combatte l’invecchiamento cellulare, ha ottime proprietà diuretiche e allevia i disturbi renali. Il licopene, in esso contenuto, è in grado di prevenire il tumore alla prostata.

Attenzione però, le parti verdi, o il pomodoro poco maturo, sono tossici in quanto contengono solanina che non viene eliminata nemmeno con la cottura.

Curiosità:

L’alimentazione da condurre durante il periodo estivo deve essere leggera ma equilibrata in modo da non sovraccaricare l’organismo e causare un aumento della temperatura corporea a causa della digestione “faticosa” di alcuni tipi di alimenti. Riduciamo la quota di formaggi, carni grasse e insaccati, dolci con burro e panna e prediligiamo verdure, pesce e carni bianche, macedonie e dolci a base di frutta. Un buon sorbetto, una granita o un gelato alla frutta possono essere anche degli ottimi sostituti alla merenda pomeridiana.
L’importanza di consumare il pesce, che dovrebbe comunque essere consumato tutto l’anno, è data dalla presenza di omega-3 in esso contenuta. Gli omega- 3 sono dei grassi ”buoni” che contrastano l’aumento del colesterolo e sono i precursori di tutta una serie di molecole ad effetto preventivo sulle malattie di tipo cardiovascolare.
Ricordatevi, inoltre, che l’estate può essere una buona occasione per perdere qualche chilo di troppo che non siete riusciti a buttare giù nelle stagioni precedenti in quanto oltre all’alimentazione più leggera e depurativa è possibile anche svolgere attività fisica all’aria aperta.
Nuotare, fare delle lunghe passeggiate in acqua, percorrere itinerari montani e fare escursioni tra i boschi, approfittare delle attività ricreative dei villaggi turistici ecc.. è un ottimo modo per bruciare calorie e sentirsi meno in colpa se di tanto in tanto ci si concede un gelato.

a cura della Dott.ssa Mary Nicastro

Biologa Nutrizionista

Per migliorare la vostra navigazione usiamo i cookies, continuando ne consentite l'utilizzo. Ulteriori informazioni qui.