[breadcrumb]

Progetto: Ginnastica Pelvica

Cos’è la ginnastica pelvica?
Si tratta di una serie di esercizi specifici sulla percezione e consapevolezza pelvica. Spesso manca la percezione del proprio corpo: ci si muove con rigidità, con movimenti non armonici e non fluidi, manca la connessione con se stessi e il proprio corpo, e questa è una delle cause di malattia. Molte volte il corpo viene utilizzato non nella sua spontaneità ma strumentalizzandolo, ciò che sviluppa vari disturbi a livello genitale e ginecologico.
Una struttura corporea rigida, per esempio, potrà favorire la formazione di fibromi (sono formazioni di tessuto duro poco vascolarizzato), o ancora, chi reprime la propria emotività e personalità sarà soggetto all’insorgenza di infiammazioni di vario genere (vaginiti, candidosi, cistiti).
La ginnastica pelvica non si limita dunque a far contrarre e rilasciare un muscolo, ma significa far entrare in un flusso armonico di connessione con noi stessi.

 

Cos’è la pelvi?

La cavità pelvica è una struttura muscolare molto complessa, spessa e grossa, che si estende in un’area compresa tra le creste iliache, il pube e il coccige: contiene utero, vagina (nella donna), vescica e una parte dell’intestino. Può, come tutte le strutture muscolari, essere soggetta ad ipertono, che significa malfunzionamento in quanto risulta dura e rigida, così come può presentarsi ipotonica, ossia con un tono muscolare flaccido e rilassato.
La pelvi è costituita da 3 strati muscolari: il primo è il più visibile e superficiale, si presenta a forma di 8 in quanto i suoi muscoli sono degli sfinteri (muscoli di forma anulare che circondano un orifizio). Questo primo strato interviene nella contrazione della vagina e dell’ano: ha funzione di contenimento per le urine e le feci, interviene nel piacere sessuale ed è responsabile dell’erezione. Se per esempio lo sfintere anale è eccessivamente tonico, si riscontrano problemi di stitichezza.
Il secondo strato muscolare si chiama intermedio e si presenta a forma di triangolo. Entra in funzione quando si tossisce, si starnutisce, si salta, si sollevano pesi. Impedisce agli organi morbidi di essere sballottati, e garantisce la fissità e la posizione degli organi stessi. Contrasta la forte pressione intra-addominale.
Viene detto anche diaframma o trigono uro-genitale, in quanto è costituito da una lamina muscolare dello spessore di 1 cm che occupa la zona anteriore del pavimento pelvico.
Nella donna è il punto più debole del pavimento pelvico perché è attraversato da due orifizi: l’uretra e la vagina.
Il terzo strato muscolare è il più profondo e invisibile, la sua percezione è difficile. Si presenta a forma di ventaglio ed è fondamentale per il contenimento degli organi. Divide la piccola pelvi in due parti: quella superiore e quella inferiore, sostiene l’utero e la vescica, e in caso di prolasso cede. Viene definito anche diaframma pelvico.

Se è contratto trasmette tensione all’intero corpo, ne influenza la postura: in caso di iperlordosi il muscolo ha perso la sua forza di contrazione.

 

Perché la ginnastica pelvica per la donna?

Nella donna la ginnastica intima è indicata:
  • per migliorare la percezione sessuale, per ridurre i disturbi sessuali legati a rapporti dolorosi e poco appaganti, per favorire la naturale lubrificazione vaginale;
  • per rafforzare la continenza urinaria e anale;
  • per ridurre i disturbi emorroidari e intestinali;
  • per alleviare le sintomatologie legate al ciclo mestruale: flussi irregolari e dolorosi, sindromi premestruali;
  • per contrastare il prolasso rettale, vescicolare, vaginale e dell’utero;
  • per vivere in salute la gravidanza, il parto ed il post-partum;
  • per combattere l’infertilità, le vampate tipiche della menopausa, i fibromi, i dolori lombari, l’endometriosi;
  • per acquisire più sicurezza, più appagamento, più benessere, più libertà, più serenità, più autostima.

 

Perché la ginnastica pelvica per l’uomo?

Nell’uomo la ginnastica intima è indicata:
  • per correggere disturbi erettivi: difficoltà o assenza di erezione, difficoltà a trattenere l’eiaculazione;
  • per favorire la sensibilità dell’area genitale;
  • per migliorare la circolazione degli organi genitali e il controllo della durata dell’erezione;
  • per favorire e mantenere le buone condizioni della prostata;
  • per contrastare l’incontinenza urinaria e la congestione rettale;
  • per mantenere in salute l’apparato intestinale;
  • per aumentare le sensazioni orgasmiche.

Le nostre specializzazioni mediche

Approfondisci i singoli servizi offerti dal nostro poliambulatorio di Conegliano

Allergologia

Branca della medicina che si occupa della prevenzione, della diagnosi e del trattamento delle allergie, patologie immunitarie caratterizzate da ipersensibilità verso particolari sostanze, e delle malattie ad esse correlate.

Medici associati: Dott.ssa L. Berardino

Cardiologia

Branca della medicina che si occupa dello studio, della diagnosi e della cura delle malattie cardiovascolari acquisite o congenite.

Medici associati: Dott. E. Nicolosi

Chirurgia Vascolare

Branca della chirurgia che ha come obiettivi terapeutici arterie e vene utilizzando tecniche di riparazione, di derivazione, di sostituzione e di rimozione.

Medici associati: Dott. A. Nardi

Dermatologia

Branca della medicina che si occupa della pelle e dei tessuti connessi (peli e capelli, unghie, ghiandole sudorifere ecc.).

Medici associati: Dott.ssa E. Borsoi, Dott.ssa C. Fluehler, Dott.ssa M. Bigolaro

Diabetologia

Grazie a controlli diagostici accurati il tuo diabete può essere curato e tenuto sotto controllo. In nostro specialista grazie a tutti i suoi anni di esperienza può aiutare i malati di diabete a curare la propria patologia nel modo corretto.

Medici associati: Dott. E. Brocco – primario

Dietologia

E’ una disciplina che si occupa dei processi relativi alla nutrizione. Studia gli effetti degli alimenti sui processi metabolici dell’organismo, considerandone anche le implicazioni digestive.

Medici associati: Dott. G. Colmellere

Esami Ecografici

Ecografista clinico.

Medici associati: Dott. M. Turatti

Fisiatria

Specialità medica che si occupa della cura e riabilitazione di malattie, soprattutto di tipo traumatico, vascolare o degenerativo, mediante l’impiego di metodi fisici (calore, luce, campi magnetici, elettricità), apparecchi meccanici o manipolazioni.

Medici associati: Dott. Tessaro

Gastroenterologia

Branca della medicina che studia la fisiopatologia e la terapia delle malattie dell’apparato digerente.

Medici associati: Dott. G. Fava, Dott.ssa C. Mestriner

Ginecologia

Branca della medicina che studia l’apparato genitale femminile nelle sue caratteristiche morfofunzionali e patologiche.

Medici associati: Dott.ssa V. Trotta

Logopedia

Ramo della medicina e della psicologia che si occupa dello studio e del trattamento delle anomalie e dei disturbi del linguaggio.

Medici associati: Dott. A.ssa Pezzato

Massoterapia

La massoterapia è una tecnica riabilitativa e preventiva che si fonda sull’applicazione di massaggi: decontratturante per muscoli tesi o contratti.

 

Medicina del Lavoro

Branca della medicina che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della cura delle malattie causate dalle attività lavorative.

Medici associati: Dott. F. Manglaviti

Medicina Legale

Ramo della medicina che studia l’uomo nei suoi attributi psico-fisici in rapporto alle leggi, e rappresenta il pensiero della medicina attuale in rapporto con il diritto.

Medici associati: Dott. G. De Zotti, Dott. A. Failoni, Dott. N. Ruggia, Dott. Filippo M. Mileto

Naturopatia ed Intossicazioni Alimentari

La Naturopatia è una disciplina che si occupa di trattamento e della promozione dello stato di salute attraverso l’istruzione per promuovere la salute attraverso un adeguato stile di vita.

Medici associati: Dott.ssa C. Orsetti, Dott. E. Brescacin

Neurologia

Si occupa dello studio e della cura delle malattie organiche del sistema nervoso centrale e periferico (cervello, midollo spinale, nervi cranici e spinali, apparato neuromuscolare).

Medici associati: Dott. A. Martinuzzi

Neuropsichiatria Infantile

Branca specialistica della medicina che si occupa dello sviluppo neuropsichico normale e patologico dell’individuo in età compresa fra 0 e 18 anni.

Medici associati: Dott.ssa S. Negrin, Dott.ssa V. Sarcona

Nutrizionista

Grazie alla rieducazione alimentare è possibile acquisire le giuste conoscenze in campo alimentare che ci consentono di attuare un corretto stile di vita, in accordo con la dieta mediterranea che, da studi scientifici, è considerata, da sempre, una strategia di prevenzione nella lotta contro le patologie che dipendono da stili alimentari errati.

Medici associati: Dott.ssa M. Nicastro

Oculistica

Branca della medicina che si occupa di misurazione della vista, di prevenzione, diagnosi, terapia e chirurgia per le malattie dell’occhio, della correzione dei vizi refrattivi e delle patologie oculari.

Medici associati: Dott.ssa P. Michieletto, Dott. S. Pensiero

Ortopedia

Ramo della medicina che ha per oggetto lo studio e la cura delle patologie congenite o traumatiche di ossa e articolazioni.

Medici associati: Dott. A. Salvador, Dott. G. Silvestrin, Dott.ssa E. Gaiatto

Ortopedia del piede

Ramo della medicina che ha per oggetto lo studio e la cura delle patologie congenite o traumatiche di ossa e articolazioni del piede, specializzato nella cura del piede piatto.

Medici associati: Dott. A. Valcarenghi

Otorinolaringoiatria

Disciplina specialistica che si occupa del trattamento medico e chirurgico delle patologie dell’orecchio, del naso, della faringe, della laringe e delle altre strutture correlate della testa e del collo.

Medici associati: Dott. S. Cauchi, Dott. F. Ciofalo, Dott. A. Rencricca, Dott.ssa F. Aielli, Dott. Fermo

Pediatria

Branca della medicina che si occupa dello sviluppo psicofisico dei bambini e della diagnosi e terapia delle malattie infantili.

Medici associati: Dott. P. Ducolin, Dott. A. Fenato, Dott. E. Barbi primario Burlo di Trieste

Psicologia

Disciplina che studia il comportamento degli individui e i loro processi mentali. Si occupa dell’uomo nella sua globalità, e non soltanto degli aspetti patologici del suo comportamento.

Medici associati: Dott.ssa L. Confalonieri, Dott. L. De Martin, Dott.ssa L. Gava, Dott.ssa R. Giacomelli, Dott.ssa L. Marcon, Dott. C. Massaro, Dott.ssa S. Nappi, Dott.ssa S. Pavanello, Dott.ssa A. Pol, Dott.ssa E. Scandiuzzi, Dott.ssa V. Scurti, Dott. De Marchi, Dott. Stiz, Dott.ssa Tessarotto, Dott.ssa Sciscio

Psicomotricità

Insieme di pratiche che studiano la relazione reciproca che intercorre tra funzioni motorie e psichiche, utilizzando come principale strumento il gioco per aiutare l’evoluzione e lo sviluppo della personalità nelle diverse fasi della crescita.

 

Podologia

Branca della scienza medica che si occupa della cura, prevenzione e riabilitazione degli stati algici del piede in età adulta, pediatrica e geriatrica.

Medici associati: Dott. M. B. Bruno

Radiologia

La lettura e l’interpretazione dei risultati delle tue visite radiologiche saranno in buone mani. I tuoi referti radiologici saranno controllati e interpretati nei minimi particolari così da poterti aiutare nel migliore dei modi.

Medici associati: Dott. F. Querin

Terapia Occupazionale

La malattia o il seguito di un evento traumatico possono mettere di fronte a piccole grandi sfide nello svolgere le attività di tutti i giorni che si desiderano o che è necessario fare. La Terapia Occupazionale è una professione che promuove la salute e il benessere attraverso l’impegno in occupazioni. Le occupazioni sono le attività nelle quali siamo impegnati nell’arco delle nostre giornate:- cura di sè: vestirsi, mangiare, lavarsi;- produttività: scuola, attività lavorative, fare la spesa, prendersi cura della casa, prendere un mezzo pubblico;- tempo libero: partecipazione sociale, hobby, ecc.
L’obiettivo principale della terapia occupazionale è quello di promuovere il massimo grado di autonomia possibile rendendo così le persone capaci di partecipare alle attività della vita quotidiana.
Il terapista occupazionale:
– effettua training alle attività di vita quotidiana al fine di ri-acquisire le autonomie personali;
– consiglia e addestra all’uso di ausili per migliorare lo svolgimento delle attività di ogni giorno;
– valuta i rischi e individua adattamenti ambientali;
– offre consulenza a famigliari/assistentinel prendersi cura della persona e di sè stessa.

Medici associati: Dott.ssa F. Carlet

Urologia

Branca della medicina che si occupa dello studio e della cura delle malattie dell’apparato urinario.

Medici associati: Dott. E. Bassi

Prenota la tua visita

Per migliorare la vostra navigazione usiamo i cookies, continuando ne consentite l'utilizzo. Ulteriori informazioni qui.